pirmadienis, rugpjūčio 18, 2008

La mia maternità isterica pt. 43: Patatini di un certo livello – 18.08.2008

Di ritorno dalla vacanza ligure con Fidanzato Molesto e i presunti nonni.
La vacanza - svoltasi all'insegna di:
"Attenta: una macchina!"
"Attenta: una moto!"
"Attenta: un'onda!"
"Attenta: un ciclista!" -
si presentava come un'arma a doppio taglio ma fortunatamente non si è fatto male nessuno.
Dopo circa 5 anni e svariati inviti declinati, gk ha iniziato a dare del tu ai presunti nonni, che alla fine è più comodo così.

Ma parliamo delle cose veramente importanti: Sir Patatinow ha finalmente iniziato a gattonare, un paio di giorni prima della partenza, nella campagnola tenuta dei presunti nonni.
Questo ci porta alla finale stesura del manifesto dei Patatini di un certo livello:

1) noi Patatini di un certo livello ci muoviamo soltanto verso oggetti contundenti, palle di pelo, oggetti abbastanza piccoli da rimanere incastrati nella nostra laringe e animali maldisposti;

2) noi Patatini di un certo livello abbiamo un grande cuore generoso e offriamo il ciuccio a chi ci sta veramente simpatico. Chi lo accetta entra nella nostra lista nera;

3) a noi Patatini di un certo livello non spunta un dente alla volta, ce ne spuntano due;

4) noi Patatini di un certo livello applaudiamo da soli alle nostra conquiste: facciamo un paio di passi, poi ci ribaltiamo sulla schiena e battiamo le mani facendo rumore;

5) a noi Patatini di un certo livello piace buttare le cose a terra;

6) noi Patatini di un certo livello urliamo come capretti sgozzati se non ci raccolgono immediatamente ciò che gettiamo a terra;

7) noi Patatini di un certo livello non neghiamo mai un sorriso e una smorfietta alle femmine che incontriamo sulla via;

8) noi Patatini di un certo livello intessiamo amicizie con nani adulti soltanto al fine di accattivarci le loro genitrici;

9) noi Patatini di un certo livello mangiamo i biscotti in 2 bocconi per impedire l'inserimento dello yogurt nel pertugio orale

10) noi Patatini di un certo livello abbiamo come acerrimo nemico il Babbu, spaventevole creatura che spesso e volentieri ci coinvolge in lotte all'ultima puzzetta.



Sketchs brevi

"Genitrice, genitrice, guarda, quella cameriera deve avere un bambino che non ha molta fame, io non la lascerei andare in giro così gonfia!"

"Genitrice, genitrice, guarda quella ragazza in topless: portiamola a casa e usiamola come frigorifero!"

1 komentaras:

Roberto rašė...

bellissime le foto!